vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Risorse strumentali

Il CIRI agroalimentare può contare su un vasto parco attrezzature e di strumentazioni analitiche e di laboratorio. Inoltre è presente una sala di impianti pilota, una sala di analisi sensoriale ed una cucina sperimentale.

Attrezzature e strumentazioni analitiche e di laboratorio:

  • Gas-cromatografo abbinato a spettrometro di massa (singolo quadrupolo): Per analisi di acidi grassi, composti volatili e molecole di aroma di sistemi in modello o alimenti. Anche utilizzato abbinato alla tecnica SPME (Solid Phase Micro Extraction);
  • Sistema di analisi d’immagine computerizzata;
  • Citofluorimetro: per effettuare la conta diretta di microrganismi e per lo studio dell'effetto di variabili di processo sulla vitalità e sulle attività metaboliche di ceppi microbici di interesse alimentare.
  • IRIS Visual Analyzer VA-300 (Alpha MOS, Tolosa, Francia): lo strumento permette l’acquisizione di immagini di campioni alimentari e non, finalizzata alla valutazione delle caratteristiche visive proprie del prodotto in esame (colore, forma, dimensione, etc..). Un software dedicato consente l’elaborazione statistica multivariata dei risultati. Possibili applicazioni riguardano la valutazione della shelf-life, il controllo qualità di prodotto ed il monitoraggio di processi, anche in combinazione con analisi di tipo sensoriale.
  • Misuratore di attività dell’acqua a punto di rugiada: Per la misura dell’attività dell’acqua di diversi tipi di ingredienti e alimenti
  • Calorimetro in isoterma: Sistemi innovativi per l’analisi termica dei prodotti alimentari e per l’analisi calorimetrica di quantità elevate di prodotto;
  • Fluorimetro/Luminometro lettore di piastre: Per leggere piastre di conteggi microbiologici
  • Termocamera ad infrarossi Datalogger sterildisk per monitoraggio di processo
  • Spettrofotometro + spettrometro FTIR
  • Spettrometro di massa ibrido quadrupolo-tempo di volo (Q-ToF) interfacciato con un sistema separativo HPLC capillare
  • Spettroscopio NIR Bruker, mod. V22N-i, con sfera d'integrazione esterna e cuvette per analisi di campioni liquidi
  • Texture Analyser ZWICK ROELL mod.Z2.5TH:  per analisi reologiche empirico-imitative di prodotti alimentari e di materiali di imballaggio.
  • UHPLC-ESI-QqQ-MS: grazie alla sua sensibilità, riproducibilità e robustezza è, ad oggi, la tecnica analitica che permette di analizzare composti contenuti in basse quantità all'interno di un alimento.
  • Reometro MCR 102:  per effettuare analisi di tipo reologico su diverse matrici alimentari. E' possibile effettuare ogni tipo o combinazione di test reologici, sia in modalità rotazionale che oscillatoria.
  • Il calorimetro differenziale a scansione (DSC): permette l'analisi dei fenomeni termici a carico di un campione di alimento, in condizioni di temperatura controllata (riscaldamento, raffreddamento, temperatura costante). Da tale analisi è possibile ottenere informazioni molto importanti relative ai maggiori costituenti dei prodotti alimentari, in termini di stabilità e caratteristiche tecnologiche.
  • Spettrometro per la risonanza magnetica nucleare ad alto campo (HF-NMR) Bruker Avance Ultrashield Plus 600 MHz dotato di un auto campionatore con 60 postazioni.

Attrezzature e impianti pilota:

  • Sala di analisi sensoriale: laboratorio di analisi sensoriale conforme alle norme volontarie in ambito ISO. Il laboratorio è provvisto di 8 cabine attrezzate e di un sistema di acquisizione dei dati attraverso l’utilizzo del software FIZZ. La sala di assaggio è certificata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per l’assaggio di oli vergini di oliva, attività realizzata dal Comitato professionale dell’Università di Bologna (Panel DISTAL).
  • Macchina torrefattrice su scala pilota di grani e semi oleosi
  • Apparecchiature su scala pilota per frittura
  • Liofilizzatore di dimensioni produttive
  • Miscelatore di gas quaternario
  • Essiccatore per atomizzazione di dimensioni produttive
  • Essiccatore in corrente di aria forzata di dimensioni produttive
  • Confezionatrici sottovuoto
  • Analizzatore di gas (O2, CO2)
  • Autoclave di sterilizzazione per conserve
  • Sistema per il trattamento di oli edibili con gas inerti (realizzato su brevetto messo a punto dai ricercatori del Campus di Scienze degli Alimenti di Cesena)
  • Evaporatore sottovuoto
  • Pompa pneumatica carrellata
  • Dosatrice pneumatica
  • Capsulatrice semiautomatica con testa magnetica a torsione
  • Forno elettrico modello compatto a due piani per prodotti da forno
  • Impianti pilota speciali per la lavorazione delle carni (zangola lavorazione carni; macchina impastatrice per carne; cutter da banco con lame dentate; tagliaverdura e dischi vari)
  • Liofilizzatore
  • Sistema di evaporazione
  • Generatore di vapore
  • Piano cottura a gas, piastra cottura a gas
  • Impastatrice a spirale
  • Tavolo di lavorazione IV gamma